Giappone: visita in Toyota ed i paesini di Takayama e Furukawa

19-21 Aprile 2013

Qualche mese fa incontrai un giapponese in Sud America e mi chiese cosa mi aspettavo di vedere in Giappone. Bella domanda! Beh, risposi che sicuramente volevo vedere i castelli, i lottatori di sumo, i templi buddisti, i samurai, i ninja, le geisha, le montagne, le moderne città.. e la fabbrica della Toyota!!
Scusate, ma è una deviazione professionale. Come non andare a vedere dove è stata creata la Toyota Production System, per molti conosciuta come il Lean Management.

Il quartier generale e le prime fabbriche fondate dalla azienda giapponese sono a Nagoya.

Nagoya_Toyota City (15)
Forse nessuno verrebbe qui se non appunto per visitare la fabbrica ed il suo bellissimo “Toyota Kaikan Museum“. E così ho fatto io 🙂

E poi è vero, Nagoya non offre molto di più ma è comunque una piccola e piacevole città, con il tempio “Osu Kannon” e le vicine strade piene di negozi, ristoranti…ed un mega gatto “portafortuna” cinese.

Nagoya_Toyota City (1)

Carino anche il parco “Noritake ” vicino alla stazione. Una zona industriale con le sue ciminiere convertito in area verde..e dei pesci carpa enormi che svolazzano!

Nagoya_Toyota City (29)

Nagoya_Toyota City (30)

Ah ed il castello di Nagoya? Beh..purtroppo è una imitazione ed in Giappone c’ e’ di meglio.

E sapete cosa? A Nagoya ho fatto la mia esperienza di dormire in un cubo!! Sviluppato su piu’ piani in pieno centro della citta’, quando sono entrato per fare il check-in la signorina mi ha appioppato una divisa da carcerato che dovevo obbligatoriamente indossare ed una chiavetta per l’armadietto dove a mala pena entrava la mia giacca!

Nagoya_Toyota City (5)

Nagoya_Toyota City (7)

Nagoya_Toyota City (8)

Ma volendo si possono mettere gli oggetti di valore in una cassetta di sicurezza che riconosce il palmo della mano. Futuristico!

Nagoya_Toyota City (9)

Il mio “cubo” era uno dei tanti disposti in fila su lunghi corridoi. Un po’ alienante ma assicuro che sono comodissimi e con tanto di TV a colori dentro 🙂

Nagoya_Toyota City (10)

Nagoya_Toyota City (12)

Nagoya_Toyota City (11)

Unica nota: sono a misura giapponese quindi lunghi non piu’ di 1,75 mt…per chi e’ piu’ alto deve tenere i piedi fuori !!!

Di contro, hanno un’ampia zona comune (con fumatori accalliti!) ed una zona spa aperta h24!!

Nagoya_Toyota City (13)

Ma tornando alla mia visita in Toyota, ho dovuto prenotare via Internet con qualche giorno di anticipo la visita (gratuita!) alla fabbrica ed al museo.

Nagoya_Toyota City (16)

Ogni giorno dal lunedì al venerdì alle 10 in lingua inglese. Mi hanno inviato (con la immancabile mappa ovviamente..) le perfette istruzioni su come raggiungerli con i mezzi pubblici (linee, orari, costi). Impressionante. E già, perché la Toyota in realtà si trova in un sobborgo di Nagoya, che con molta fantasia hanno chiamato “Toyota city”, distante circa 1h dalla grande città. Qui sono concentrate diverse fabbriche della casa automobilistica (per modello di auto o per processo produttivo) e dei relativi fornitori. E sempre qui vive la maggior parte delle famiglie dei dipendenti. Un mega esempio di “casa & chiesa”.

Che dire, il museo è molto bello.

Spazia dalla storia delle origini della Toyota e della Toyota Production System con documentari e modellini animati sul sistema di funzionamento

Nagoya_Toyota City (17)

Nagoya_Toyota City (20)

Nagoya_Toyota City (21)

alla esposizione di modelli storici e futuri, a simulazioni in 3D dove ti permettono di provare le nuove tecnologie di sistemi di frenata. Anche il futuristico sistema di trasporto 🙂

Nagoya_Toyota City (22)

Ma le attese più grandi sono per il giro nella fabbrica 😉
Con una guida che parla un perfetto inglese mi aggrego assieme ad altre persone di diverse nazionalità per una passerella montata sopra il reparto di logistica e le linee di assemblaggio a vedere gli operai al lavoro nello stabilimento di Takaoka. Finiamo poi in una sala dove ci permettono di provare di persona alcune soluzioni semplici ed efficaci proposte dagli operai per migliorare i tempi e la ergonomia di assemblaggio.
Fabbrica strapulita e silenziosa.
Bello..ma a qualche domanda un po’ più tecnica che ho fatto sul sistema di produzione, la guida si è persa in un bicchiere di acqua 🙂
Purtroppo niente foto permesse all’ interno ma posso senz’altro dire che una migliore visita di una fabbrica “Lean” la si può fare in Porsche, a Stoccarda. Molto più bello 🙂

Curiosità:
Toyota è stata fondata da Kiichiro Toyoda nel 1937. Ma perché hanno messo la “t” al posto della “d”? Due motivi, una romantica una pratica. La pratica è che il fondatore voleva rendere chiaro che l’ azienda e la famiglia Toyoda erano due entità diverse, ovvero no ad una azienda familiare. Il motivo romantico è che in “hiragamo”, ovvero nella lingua scritta giapponese, la parola “Toyoda” si scrive con 7 caratteri mentre “Toyota” con 8. Ed 8 è il numero di buon auspicio per il buddhismo 🙂

Soddisfatto comunque della mia visita al mostro sacro del settore automobilistico mi spingo verso nord. Non lontano da Nagoya infatti si possono raggiungere alcuni paesini e villaggi tipici e storici del Giappone, poco conosciuti dalla massa turistica occidentale. Finalmente!
Il primo che decido di andare a visitare è Takayama, una piccola citta’ tra le montagne della prefettura di Gifu. Famoso per il suo festival di Primavera, ma che purtroppo non sono riuscito a vedere.
Altro bus, una mattina qualsiasi infrasettimanale ma pieno di giapponesi in pensione che a gruppi si dirigevano in vacanza chissa’ dove (!!) ed in poche ore sono arrivato.

Nagoya_Toyota City (34)

Takayama ha un centro storico molto carino, con case risalenti al periodo Edo. Ricco di ristoranti e negozi per souvenir, ma sempre immersi nelle viuzze di legno storiche con tutto il loro fascino.

Takayama (1)

Takayama (9)

Takayama (15)

E’ stato quindi un ottimo posto per rilassarsi nella tranquillita’ provinciale giapponese ma godendo delle architetture tradizionali nipponiche. Da non perdere è il mercato Miyagawa che si svolge giornalmente lungo le sponde del fiume.

Takayama (3)
Come già detto, al Nord del Paese le temperature sono ancora basse e la fioritura dei ciliegi ancora resiste e cosi’ riesco a fare un giro per il paesino scattando le ultime foto di questo scenografico albero. Qui poi i ciliegi lungo il fiume sono del tipo “a cascata”, ancora più bello.

Takayama (8)

Takayama (11)

Takayama (19)

Una volta sono entrato in un negozio per comprare la mia immancabile calamita per il frigorifero (che ancora non ho ma quando lo comprero’ sara’ gia’ pieno di cose da attaccarci sopra, dopo questo mio lungo viaggio!).  Girando tra i bancali scopro un pupazzetto rosso simile ad una scimmia ma senza viso definito. Sapete cosa e’? E’ il personaggio simbolo del paesino chiamato “Sarubobo” (in giapponese “saru” e’  ” scimmia” e “bobo” in dialetto del paese Takayama significa “baby”). La tradizione vuole che la mamma lo regali alla figlia per augurarle felice matrimonio e sano parto in caso sia incinta.

Takayama (28)
Perfetto è passare una notte qui e visitare nella stessa giornata la ancor meno conosciuta Furukawa.

Con il treno locale in soli 15 minuti raggiungo questo piccolo ma altrettanto delizioso paesino. Fortuna vuole che proprio in questi giorni si svolga una festa locale, ma sfortuna vuole che proprio oggi piova (vedi le mie leggi del viaggio…). Quindi niente sfilata con carri ma riesco comunque a “rubare” qualche immagine di ragazzi in procinto di suonare!

Furukawa (3)
A Furukawa si possono trovare degli unici angoli e stradine, reso ancora più particolare dal piccolo canale Seto che attraversa il paese ricco di carpe e lanterne tradizionali giapponesi.

Furukawa (7)

Furukawa (10)

Takayama e Furukawa sono solo alcuni dei paesini caratteristici della prefettura di Gifu, ma ancora piu’ interessante e’ la mia prossima destinazione: il villaggio di Shirakawa.

Buon viaggio a tutti!

Categorie: Giappone | Tag: , , , , , , , , , , | 1 commento

Navigazione articolo

Un pensiero su “Giappone: visita in Toyota ed i paesini di Takayama e Furukawa

  1. Rigatone

    Figata!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: