Quito e visita dell’equatore alla Mitad del Mundo

01 – 03 Febbraio 2013

Beh..dopo una ricca e piena settimana passata alle Galapagos (con i miei mitici genitori!!), proseguo il viaggio per l’Ecuador andando a visitare la capitale Quito, famosa forse nel mondo piu` che altro per il fatto che a pochi chilometri di distanza passa l’equatore (da cui l’ovvio nome allo stato…).
Quito e` una citta` patrimonio dell’ Umanita`..chissa` perche` pero`.
Diciamo che la citta` in se non mi ha particolarmente colpito, ma offre comunque degli interessanti spunti, oltre ad essere vicinissimo all’equatore.
Rimane pero` che gli abitanti dell’Ecuador, inclusi qui nella capitale, sono gentilissimi. Un gran bel popolo!!

Mitad del Mundo (17)

Bene, arrivo all’aeroporto e subito scopro una cosa sui taxi: pretendere che attivino il tassametro! No alle negoziazioni. Insomma, paesi del centro-sud america che vai, usanze che trovi. Mah.
Pero’ scopro anche che il servizio aeroporto-citta`-aeroporto e`  a tariffa fissa. Quando esco dall’ area prelievo bagagli nel terminale degli arrivi, vado ad un baracchino dei taxi e pago all’impiegato la corsa a tariffa fissa in funzione della destinazione. Pago e mi faccio portare al mio ostello.
E dove potevo finire se non nel quartiere “Mariscal” (dal nome del militare che sconfisse gli spagnoli ed ottenne l’indipendenza del Paese), posto sicuro e zona della “movida” il venerdi (sopratutto!!) ed il sabato. I cittadini sanno divertirsi ed avete solo l’imbarazzo della scelta su dove passare la serata e che genere di musica ascoltare. Guarda caso sono arrivato a Quito giusto per il fine settimana 🙂
Peccato solo che il quartiere (ed ostello) e` anche pieno di gringos…hmmm, credo che mi sto troppo identificando nella cultura latina qui.

Ho solo 2 giorni da dedicare alla capitale dell’Ecuador e vi assicuro che sono piu` che sufficienti. Per prima cosa vado in centro. Come a Cali (Colombia), anche qui mi colpisce tremendamente il moderno ed avanzato sistema di trasporto su gomma. Esistono 3 linee che corrono da nord a sud coprendo praticamente ogni lato della citta`, rendendo facilissimo ogni spostamento.
Come detto la citta’ in se non offre grandi attrazioni interessanti, ma mi godo lo stesso le piazze e le persone del posto. Evitate la domenica che è tutto chiuso e non c’e` nessuno per strada!!

Quito (2)
Ancora oggi per fortuna si incontrano donne con i loro abiti originali camminare per le vie capitoline…e degli strani venditori ambulanti di cono gelato!

Quito (7)

Quito (6)
Si puo` tranquillamente girare a piedi visitando tutto in mezza giornata. Inutile dire pero` che e` sempre meglio andare senza orologio, portafoglio, passaporto…”just in case” no?!
Curiosita`: nella piazza centrale “Plaza Grande” c’e` connessione wi-fi gratuita ad un discreta velocita`. Avantissimi!!

Quito (18)
Strana poi la cartellonistica che indica le distanze dei vari monumenti in citta`…sono proprio precisi qui..al secondo (nella foto indicano una distanza di 25 secondi!!).

Quito (4)

E se le chiese o monumenti non sono il vostro forte, Quito e` circondata da montagne e dal vulcano Pichincha, raggiungibile con un teleferico e da cui si puo` ammirare dall’alto la citta` (ma mi dicono che vi dovete aspettare una lunga e fredda camminata..valutate voi!!).

Quito (3)

Ovviamente non sono salito in cima (ho gia` scalato altri vulcani nel mondo ed altre montagne piu` impegnative mi stanno aspettando), pero` non potevo perdermi di andare la sera a cena nella strada piu` antica della citta`: Calle La Ronda.

Quito (14)

Quito (20)

Ogni sera si riempie di gente, turisti e locali, che passeggia per questo lungo rettilineo pieno di botteghe artigianali e locali con cibo e musica tradizionale. Attenzione ad arrivarci solo in taxi…la sera Quito non e` il massimo della sicurezza!

Bene, dopo aver visto la citta` e divertito la sera nel quartiere della movida Mariscal, non potevo farmi perdere la vera “star” attrattiva di Quito: la “Mitad del Mundo”.
A pochi chilometri,verso nord, infatti, si trova la linea dell’equatore che divide a meta’ il mondo. Potete arrivarci con mezzi pubblici o con tour. Ovviamente sono andato con gli efficienti mezzi di trasporto della citta`! Con Ana, una simpatica ragazza argentina conosciuta nell’ostello, prendo la linea “Corredor Central Norte” che fa capolinea alla fermata OFELIA (0,25 usd a testa da pagare all’ingresso della fermata con una moneta da 1/4 usd. Se non lo avete la signorina ve li cambia). Ad Ofelia prendo un altro bus che ha il cartello e scritte “Mitad del Mundo” avvisando al tizio che lo guida che voglio scendere alla fine del mondo. Vi giuro che ho detto cosi` anche se suona strano!! :-).

Mitad del Mundo (2)
Consiglio: il viaggio in bus dura circa 1-1,5h, cercate di arrivare alla “Mitad del Mundo” per le 9 del mattino perché poi si riempie e non fate belle foto.

Ma di cosa si tratta esattamente? Beh, qualcuno qualche tempo fa ha avuto l’idea di costruire un monumento ed intorno una citta’ turistica in prossimita’ di dove, secondo i calcoli fatti dai primi scienziati, si pensava passasse l’equatore. Il monumento e` anche museo al suo interno (la visita non vale la pena se non per il fatto di salire al secondo piano ed avere la vista dall ‘alto).

Mitad del Mundo (4)

Un must pero` la foto davanti al monumento con le scritte N e S sul prato.

Mitad del Mundo (5)

Mitad del Mundo (22)
Scopro anche che vicino al monumento esiste la Agenzia Calimatour, che organizza l ‘escursione al cratere del vulcano Pululahua, a pochi chilometri di distanza.

Mitad del Mundo (23)

Vale assolutamente la pena. In tutto l’escursione dura 1h (3usd). Praticamente dentro al cratere (ancora attivo potenzialmente!!) vive una comunita’ isolata dal mondo (e ci credo…), coltivando la terra e con solo l’energia solare a disposizione.

Mitad del Mundo (25)
Consiglio: prenotate appena arrivate e cercate di partire con l’escursione max delle ore 12 perché dopo (la escursione successiva è alle 13.15) le nuvole coprono il cratere e non vedete piu’ nulla.

Tornando al monumento della “Mitad del Mundo”, volete sapere una cosa? E` nel punto sbagliato!!
Il vero punto latitudine zero, calcolato con il GPS, si trova nel vicino “Museo de sitio intiram“, a poche centinaia di metri. Beh dai gli scienziati di qualche secolo fa non avevano il GPS per cui aver sbagliato di sole poche centinaia di metri e` un errore ridicolo…

Mitad del Mundo (11)

Mitad del Mundo (14)

Consiglio: visitate il museo o prima o dopo l’escursione al cratere, dipende dai vostri tempi considerando che la visita al museo (con guida in inglese 4usd) dura circa 1h.

Durante la visita fate anche dei simpatici esperimenti di fisica per provare l’ accelerazione di Coriolis (con la prova dello sciacquone! Gira in senso orario al sud ed antiorario a nord..).

Solo che incredibilmente non ci sono molte indicazioni per arrivarci. Io ho dovuto chiedere alle guardie dell’ingresso al parco Disneyland della Mitad del Mundo e mi hanno fatto camminare fuori dalla cittadina, parallelo alle mura di cinta e dove, finalmente, trovo un sentiero sterrato che di primo acchito non mi dice nulla, ma alla cui fine si trova l’ ingresso al museo!!

E portate il passaporto perché sia al Museo de sitio intiram che nella cittadina turistica potete chiedere la stampa ricordo (gratis).
Al Museo lo chiedete alla guida alla fine della gita, nella cittadina turitica la stampa lo chiedete nello stesso ufficio dove prenotate l’escursione al cratere (Agenzia Calimatour).

Bene, e dopo aver visitato la Meta` del mondo..sono pronto per dirigermi verso la Fine del Mondo, in Patagonia. Ma prima mi aspettano le cascate di Iguazu, Rio e Buonos Aires!!

Buon viaggio a tutti.

Categorie: Ecuador | Tag: , , , , , , , | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.