Panama’: le isole caraibiche Bocas del Toro ed il canale di Panama City

16-20 Gennaio 2013

Non mi stanchero’ mai di dirlo o pensarlo. Attraversare i confini dei paesi camminando oppure navigando su una barchetta ha tutto un altro fascino. Passo da Puerto Viejo (Costa Rica) a Panama’ viaggiando su un minivan con altre persone, attraversando incredibili scenari nei parchi naturali, ma al confine mi fanno scendere ed attraversare un vecchio ponte con dei binari sospeso nell’aria sul fiume Sixaola, al termine del quale mi aspetta un cartello di benvenuto!

Bocas del Toro (5) Bocas del Toro (11)

L’uscita dalla Costa Rica non prevede tasse da pagare mentre l’ingresso in Panama’ costa 3usd..se po’ fa. Eh gia’, perche’ qui la divisa nazionale e’ il dollaro amricano!! L’influenza statunitense e’ stata molto pesante, nel bene e nel male, in questo paese, como avro’ modo di notare e come si nota dal fatto che qui la vita e’ nettamente piu’ cara di tutti gli altri paesi del Centroamerica. Altro esempio? Lo sport nazionale e’ il baseball!!!

Bocas del Toro (19)

Dopo aver visto come i bambini locali giocano a pallone su una secca del fiume,

Bocas del Toro (8)dal confine proseguo avanti con un altro minivan  fino al porto, dove con una lancia percorro un canale. Oramai e’ buio ma una splendida luna piena illumina l’acqua e mi permette di credere che sia quasi un pirata che sta’ andando a casa sua dopo una lunga giornata “di lavoro”.

Arrivo infatti alla mia destinazione finale: le bellissime isole caraibiche di Bocas del Toro.

Lo stato del Panama’ in fondo e’ abbastanza giovane. Fin dalla dominazione spagnola era considerata parte della Colombia e lo e’ stato fino a quando nel 1903 gli USA non hanno versato la bellezza di 21 Milioni di dollari (di allora!!) nelle casse colombiane per ottenerne la indipendenza in cambio del “permesso” di construire il famoso canale di Panama’.

E pensare che le isole di Bocas del Toro erano state “scoperte” da Cristoforo Colombo ormai vecchio durante il suo ultimo viaggio nelle Americhe nel 1502. E come tutti a quel tempo, non ha mancato di ribattezzare le isole. Le due isole principali si chiamano infatto isola Colon (dove si trova l’aeroporto e la cittadina piu’ grande con servizi turistici) e l’isola Cristobal!

In queste bellissime isole caraibiche mi riposo un po’, cercando di sfruttare trimarani che ti portano in giro a fare escursioni tra le isole.

Diciamo che e’ un buon posto dove andare a rilassarsi, sopratutto da meta’ gennaio in poi quando il periodo delle pioggie e’ finito. Solo un avviso: gennaio coincide con il periodo di vacanze estive nel sudamerica per cui si riempie di ragazzi cileni-argentini. Ergo…un gran casino!!

Consiglio: se volete rimanere dove si svolge la “movida”, dove avete servizi turistici e banche, rimanete nell’isola Colon, nella cittadina “Bocas del Toro”. Se volete qualcosa di piu’ selvaggio ( e caro ahime’), spostatevi sulle altre isole dell’arcipelago.

Bocas del Toro (14)

Bocas del Toro (13)

Bocas del Toro (12)

La mia permanenza qui coincide con due curiosi eventi. Il carnevale infatti e’ gia’ iniziato in Panama e lo festeggiano vestendosi da diavolo (chissa’ perche’?) e camminando per le strade spaventando le persone.

Bocas del Toro (27)

Bocas del Toro (26)

Bocas del Toro (22)

La seconda, ancora piu’ incredibile ovviamente, e’ l’incontro che ho fatto con un mio ex collega di lavoro: Adrian. Ma quale e’ la probabilita’ di incontrarsi in questo posto, fasandosi con il mio viaggio e le sue vacanze er i centro-sud america???!!! E la cosa bella e’ che forse ci reincontreremo in Buenos Aires. Sapevo che il mondo era piccolo…ma non COSI’ piccolo! 🙂

Bocas del Toro (20)

Lascio le isole per la citta’ di Panama con un volo locale la mattina presto(l’aeroporto i trova a pochi passi dal centro di Bocas del Toro, nell’isola Colon), che mi permette di apprezzare dall’alto ancora di piu’ la bellezza del posto:

Bocas del Toro (43)

Bocas del Toro (40)

Bocas del Toro (35)

Diciamo pero’ che nel salire a bordo ho notato che la pista di decollo/atterraggio finisce in un campo da calcio.  Sono in un altro mondo.

Bocas del Toro (32)

Atterro  Panama City e la prima cosa che faccio e’ prendere un taxi e dirigermi verso il famoso Canale di Panama, in particolare nella ultima delle 3 chiuse, quella di Miraflores, la piu’ vicina all’oceano Pacifico e vicinssima dall’aeroporto (10 minuti!!).

Panama City (28)

Panama City (15)

Come detto il canale e stato costruito dagli americani dopo aver sborsato 21 milioni di dollari alla Colombia per ottenerne l’ indipendenza. Iniziati i lavori nel 1903 si conclusero il 15 Agosto 1914. Fino al 31 Dicembre 1999, quando il Panama’ ha acquisito piena autonomia del canale, gli americani hanno avuto pieno controllo del flusso di navi e del commercio da esso derivante. E stanno effettuando lavori di ampliamento che saranno operativi nel 2014!! Eh si, perche’ per il canale possono passare solo navi di una determinata larghezza (max 32,3mt) e lunghezza (294,1mt), tagliando fuori molti altri cargo che porterebbero altri soldini!! Le nuove chiuse permeteranno il passaggio di navi fino a 366mt di lunghezza e 49mt di larghezza.

E pensare che l’idea del canale era venuta fin dai tempi degli spagnoli ma inizio’ solamente nel fine ‘800 con i francesi, i quali pero’ lasciarono perdere dopo anni di insuccessi, sconfitti da malattie e morte di migliaia di lavoratori.

E’ composto da 3 chiuse (Gatun, Pedro Miguel, Miraflores) ed un lago artificiale (lago Miraflores). La chiusa di Miraflores e’ dove si trova il museo ed una piattaforma per vedere da molto vicino il passaggio delle navi ed i funzionamento del sistema idirico. Ammetto che il tutto e’ organizzato bene!

Panama City (23)

Panama City (21)

Panama City (10)

E, forse per casualita’ o forse no (!!), tutto mi e’ sembrato pensato con multipli del numero 8:

Il canale 3′ lungo circa 80km, una nave impiega 8 ore per passare dall’oceano Atlantico al Pacifico, occorrono 8 minuti per salre di 8 metri nel passaggio dela chiusa Miraflores, il biglietto di ingresso al museo ed alla piattaforma costa. 8usd.

E sapete quanto impiega una nave se passasse per lo stretto di Magellano nel Sud America? 12 giorni!!

Consiglio:

Ogni giorno alle ore 13:20 passano le navi cargo, ottime per poter apprezzare il passaggio per la chiusa. Prima di quell’ora potete visitare il museo e fare un passaggio per il centro simulazione!!

Panama City (12)

Beh, a Panama City a parte il canale non c’e’ gran che da vedere. Sembra una classica citta’ americana, con cemento e grattacieli.

Panama City (31)

Si respira in ogni dove l’influenza degli USA. E pensare che ancora usano le monete metalliche della loro antica divisa, il balboa (dal nome del “conquistadores” spagnolo che fondo’ la citta’), indifferentemente con quelle americane. Come in Belize! Ma le banconote verdi se le faranno portare o le stampano anche qui???

Per apprezzare almeno un pochino la citta’, mi sono fatto una luuuunga passeggiata lungo il mare fino al centro storico.

Panama City (34)

Panama City (36)

Panama City (37)

In Panama si parla naturalmente un ottimo inglese, ma la lingua ufficiale e’ lo spagnolo. Di fatto viaggiando per il Centroamerica e sempre piu’ giu’ nel Sud, mi sono reso conto dell’enorme vantaggio del fatto che, sebbene a parte alcune lievi differenze di lessico e pronuncia, in tutto il Centro-Sud America si parla solo una lingua: lo spagnolo (ok il Brasile fa testo a parte…). E’ come se in Europa e meta’ dell’Africa si parlasse la stessa lingua: vi immaginate quanti problemi e scocciature in meno?

Buon Viaggio.

Categorie: Panama | Tag: , , , , | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.