Costa Rica: viaggio nella natura del Canon Negro ed il vulcano Tenorio

11-16 Gennaio 2013

Il viaggio in lancia dal Nicaragua sul fiume Frio e’ durato poco ma abbastanza per incominciare ad apprezzare la fantastica natura di cui e’ ricca la Costa Rica.

“Scoperta” da Cristoforo Colombo nel 1502 durante il suo quarto ed ultimo viaggio nelle Americhe, molti nomi a confine tra la Costa Rica ed il Nicaragua portano il suo nome. Come la divisa nazionale “colon” (Cristoforo Colombo in spagnolo si chiama Cristobal Colon).

Al molo di arrivo del villaggio dove attracco capisco che il Paese mi piacera’…e dove lo trovi un posto dove ad attanderti c’e’ un vecchio con cappello da cowboy al lato della scritta “benvenuti” ?!

Cano Negro (1) Vulcano Tenorio (43)

E poi…dalla Costa Rica inizia la lunga fila di Paesi del Centro-Sud America dove, con il passaporto italiano, non e’ richiesto il pagamento di nessun visto o tassa. Un po’ di riposo per le mie tasche…non come in Asia dove mi hanno “spellato” in tal senso..

Sbarcato e sistemate le pratiche doganali al portoCano Negro (3)

cerco di raggiungere il “Wetlands lodge”, un vero paradiso proprio all’interno del parco del Canon Negro: delizioso, immerso nella natura e gestito da due veri e simptici costaricani.

Cano Negro (8)

Durante il viaggio in bus verso la lodge non posso fare a meno di notare come i tratti somatici degli abitanti siano un bellissimo misto tra africano-caraibico-caucaso. Spesso hanno pelle mulatta ed occhi tondi verdi. Incredibile!!!

E sapete qual’e’ l’intercalare usato delle persone quando parlano? “PURA VIDA”. Ho detto tutto!!

Curiosita’: sapete come sono chiamati i costaricani? “Tico” (Tica per lei), perche’ molto spesso aggiungono alle parole il suffisso “tico” (chiquito, bicicletico, etc).

Ed anche qui la colazione nazionale e’ il “gallo pinto”, ma loro stessi ammettono che sia piu’ buono quello del Nicaragua!

Vulcano Tenorio (2)

Il rifugio nazionale del Canon Negro e’ uno splendido esempio di natura, con i suoi 9969 ettari di clima tropicale piovoso. Al suo interno scorre il fiume Frio fino al lago Nicaragua, che ho infatti navigato per passre il confine tra i due paesi. E pensare che a pochi chilometri da qui ancora resiste un villaggio indigeno della popolazione Maleca, 600 anime che ancora parlano la antica lingua Maleku Jaica.

Ovviamente non potevo non godermi qualche ora  a bordo di un lancia e farmi un giretto.

Cano Negro (33)

Il fiume e la sua vegetazione intorno sono ricchi di caimani, tartarughe di acqua dolce, iguane appollaiati sugli alberi. Dicono che si trovi anche il giaguaro ma io non l’ho visto 🙂

Anche la flora ha la sua parte con 310 specie di pianta, come le ninfee. D’altronde, lo stesso nome “Canon Negro” deriva dal colore verde scuro dell’acqua del fiume dovuto alle alghe presenti al suo interno.

Cano Negro (12)

Cano Negro (13)

Cano Negro (14)

Cano Negro (27)

Il fiume Frio inizia in una specie di “billabong”, fonte preziosa durante il periodo di secca come adesso per molti animali..che infatti sono qui a rinfrescarsi. Uccelli compresi ma che preferiscono le “solidi” basi della vacca.

Cano Negro (15)

Cano Negro (17)

Cano Negro (22)

Come il Canon Negro, ancora piu’ a sud esiste un altro posto ancora sconosciuto al turismo di massa.

Il Vulcano Tenorio e la sua splendida cascata azzurra del Rio Celeste.

E’ un po’ complicato arrivarci dovendo salire per una strada spesso non asfaltata per parecchi chilometri, ma una volta arrivati si e’ completamente immersi nella natura ed isolati dal mondo (no internet of course!!).

Vulcano Tenorio (40)

Consiglio: girate la Costa Rica in auto o meglio ancora in moto, cosi’ come avevo annotato per la Nuova Zelanda. E’ supersicuro e pratico visto che i bus sono molto lenti ed effettuano molte fermate, con scarse buone connessioni con i luoghi belli da vedere.

E durante il viaggio dal Canon Negro al vulcano Tenorio, fatto in auto accompagnato dal proprietario della lodge, si puo’ godere delle fantastiche piantagioni di ananas e banane.

Cano Negro (35)

Al contrario di quanto si possa pensare, o almeno io lo credevo, la principale fonte di guadagno della Costa Rica non e’ l’agricoltura ma il turismo. I costaricani sono persone gentili e super amabili (sapevate che e’ il primo Paese senza un esercito, prioibito dalla costituzione dal 1949?!!) ma quando si tratta di soldi occorre fare attenzione…hanno la tendenza a “sfruttare” al massimo il turista. Ma se si negozia un po’ in maniera gentile si possono ottenere buoni risultati.

Curiosita’: La Costa Rica e’ anche sede di importanti fabbriche della Intel nella zona della capitale San Jose’, tanto che i “ticos” la definiscono era pre e post Intel. Sono autosufficienti per la produzione dell’energia elettrica (idro ed eolica + geotermica) ed anzi la vendono alla vicina Nicaragua (che non li paga…). In effetti il costo della vita qui e’ piu’ alta che nella vicino Paese.

Dunque, presa sistemazione in una cabana nel silenzio del bosco, decido di passeggiare al suo interno alla ricerca di animali.

La Costa Rica e’ ricca di parchi nazionali e di vulcani, d’altronde nella stessa bandiera nazionale (come quell del Nicaragua) ne sono rappresentati 3. Ed il vulcano del Tenorio non ha deluso.

Vulcano Tenorio (3)

Con una passeggiata di 5 km si attraversa la selva fino ad arrivare alla meravigliosa cascata di Agua Azul, di un colore azzurro pastello del Rio Celeste.

Vulcano Tenorio (5)

Vulcano Tenorio (12)

Vulcano Tenorio (14)

Vulcano Tenorio (16) Vulcano Tenorio (18)

Vulcano Tenorio (10)

Proseguo oltre fino in cima dove i due fiumi si uniscono a formare il Rio Celeste e la cosa incredibile e’ che ognuno dei due fiumi trasporta minerali diversi di origine vulcanica e la loro unione crea una reazione chimica dando al fiume questo incredibile colore azzurro acceso, quasi finto.

Vulcano Tenorio (19)

Peccato pero’ che non abbia visto molta fauna, sebbene lungo il percorso avessi visto molti cartelli che “publicizzavano” questo o quel uccello. Ma la fortuna mi ha baciato. Tornato alla base inizia a piovere per alcune ore…ed il tizio che gestisce la cabana dove dormo mi informa che a quest’ora, dopo la pioggia, si ha una alta probabilita’ di incontrare tucani. Boh, scendiamo con la sua auto in un punto che conosce e dopo poco…scorgiamo un bradipo appollaiato su un albero che dorme.

Vulcano Tenorio (26)

Ed a pochi passi finalmente dei bellissimi tucani!! Che parco incredibile dove sono finito!

Uno di loro l’ho “pizzicato” fare qualcosina prima di spiccare il volo (vedi il video):

Vulcano Tenorio (30)

Vulcano Tenorio (36)

Il tempo qui e’ finito, ocorre andare a San Jose’ per poi prendere un minivan che mi portera’ a Puerto Viejo, citta’ di hippy e fan di Bob Marley ma con splendide spiaggie, e quindi giu’ fino a Bocas del Toro (Panama’).

Puerto Viejo (2)

Puerto Viejo (4)

E quale modo migliore di farlo se non camminando con zaino in spalla per 13 km e poi trovare una anima pia che ci da un passaggio per scendere dal vulcano fino al primo paesino dove passa un bus?

Vulcano Tenorio (41) Vulcano Tenorio (42)

Ah..e San Jose’ non ho trovato nulla di interessante…se non tanta polizia di guardia nel centro storico!

San Jose

Buon viaggio.

Categorie: Costa Rica | Tag: , , , , , , | 2 commenti

Navigazione articolo

2 pensieri su “Costa Rica: viaggio nella natura del Canon Negro ed il vulcano Tenorio

  1. Ma l’acqua ha davvero un azzurro così intenso?Mi piacciono i post con i filmati. Riescono a rendere l’idea di un luogo con i loro suoni e rumori

    • Si Tina…il colore era proprio cosi’ come lo vedi in foto…e’ uno strano effetto chimico di minerali presenti nei due affluenti del fiume!! Bello vero?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.