Incontro con ex colleghi in Veracruz e la bellissima Oaxaca

03 Dicembre – 06 Dicembre

Per raggiungere Veracruz da Mexico City occorrono circa 6 ore di viaggio in
bus. Direi nella media considerando le enormi distanze in questo fantastico paese.
In Messico esistono diverse compagnie di bus ma la piu’ importante (e supersicura e comoda) si chiama ADO.
I biglietti si possono facilmente comprare in qualsiasi terminal oppure nei
negozi 24h Oxxa (tipo “7-eleven” dove si vende di tutto come un minimarket),
oppure ancora su internet. I posti per le corse a media/lunga distanza sono
assegnati.
E’ la maniera piu’ pratica, economica ed efficiente per spostarsi in Messico.
Per inciso, in Messico gli autobus vengono chiamati “camiones”! E tutti hanno
stampato dietro un qualcosa che prega di…non rompere le scatole suonando il
clacson che la gente dorme!!

Mexico City (192)
Una volta a Veracruz, con un taxi raggiungo l’hotel dove alloggiano i miei
vecchi colleghi.
Per una incredibile coincidenza infatti, il destino ha voluto che io mi
trovassi in Messico City, “vicino” a Veracruz, esattamente quando la Azienda dove primo lavoravo svolgeva un progetto proprio da quelle parti. Una occasione unica per reincontrare vecchi amici!!!
Mano a mano che il taxi si avvicina alla zona hotel, riconosco quale sia
quella dove loro alloggiano. Lo stile e la qualita’ dell’albergo e’ tipico per
chi fa quel lavoro e cerca un posto bello e sereno per rilassarsi dopo una
giornata lunga a lavorare. Soltanto che io oramai non ero piu’ abituato. Il mio
corpo ha dormito negli ultimi 5 mesi su letti di ostelli e camerate!!!!

Beh, rivederli e’ stato ovviamente estremamente piacevole. E diciamo che il
mio aspetto era molto diverso rispetto al loro, marcato  dal colore bianchiccio
della pella e dalle occhiaia frutto di poche ore di sonno e molte di lavoro.
Ricordi lontani per me….. :-))

Veracruz (5)

Veracruz (2)

Non ho avuto molto tempo per visitare Veracruz ed in effetti
non l’ho fatto ma la sensazione a pelle e’ stata quella, dal punto di vista
turistico, di una cittadina non particolarmente attraente ma con una bella
spiaggia. La regione di Veracruz e’ considerato il polo della industria pesante
del Paese: cementificio, raffineria, acciaieria, etc.

Dopo una cena a base di cucina spagnola (ehhh..e che vi posso dire…e’ stato
celto cosi’!!) e di un bel po’ di risate e di aggiornamenti reciproci su cosa
e’ successo negli ultimi 9 mesi da quando avevo lasciato l’Azienda, tocca
prendere un’altro bus. Questa volta direzione Oaxaca.

Anche Oaxaca, come la capitale Mexico DF, e’ localizzata piuttosto in alto: ben 1800 metri.

Oaxaca (6)

Oaxaca (4)

Oaxaca (27)


Come Pachuca e’ famosa per il pulque, Jalisco e’ famosa per il tequila…
Oaxaca e’ famosa per il mezcal.
Non molti fuori dal Messico la conoscono, eppure i messicani bevono piu’
mezcal che tequila ed entrambi derivano dalla stessa pianta: l’agave, dove per
fare il tequila si usa l’agave azul.
Il processo pero’ e’ lo stesso. Si tolgono le foglie, si preleva la noce alla
base della pianta e la si fa bruciare per 10 giorni, si rende questa a
poltiglie lasciandola fermentare per altri 10 giorni, ed infine lo si distilla
2 volte attraverso alambicchi per 5 giorni. La resa e’ incredibile: con 1,5
noci di agave ri ricava 1 litro di mezcal!!!
La cittadina e’ ovviamente piena di posti dove degustare (o bere..a seconda
delle intenzioni) questa bevanda alcolica e nella campagna intorno si possono
visitare alcuni produttori. Se volete andare in un posto storico, chiedete del
“La Casa del Mezcal”, fomdata nel 1935.

Oaxaca (19)
Oaxaca e’ una bellissimo posto e merita assolutamente una visita di un paio di
giorni. Per fortuna ancora molto poco turistico, qui viene e vive gente locale.
Si raggiunge facilmente con il bus ADO da moltissime citta’ ed il terminal del
bus si trova a poche centinaia di metri dal centro. Le stradine sono ricche di
edifici colorati, poco traffico nel centro storico ed un mercato dove la gente
fa colazione mangiando cibo salato/piccante (eh si!! Ma per fortuna hanno anche qualcosa di dolce!) facendo compere ed ascoltando musica dal vivo.

Oaxaca (8)
Da non perdere la Chiesa di Santo Domingo ed i suoi giardini botanici.
Ed anche qui ad Oaxaca incontro altri pellegrini della Vergine di Guadalupe.
Questa gente dorme sui camion o sul marciapiede per arrivare a basso costo a
destinazione. Dei pellegrini moderni…

Oaxaca (86)

Oaxaca (85)

Se volete un posto bello ed al centro, indirizzatevi all’ Hostal Casa del Sol.
E non ci crederete, ma anche qui ho “beccato” un ristorante romano!!

Oaxaca (2)

Al lato di Oaxaca, arroccato sul monte Alban (2100 metri) si
trovano le rovine della antica citta’, molto grande ed in buono stato di
conservazione.

Oaxaca (21) Sicuramente la vista che si ha dall’alto merita da sola il viaggio.

Oaxaca (25)

Oaxaca (23)Per arrivarci potete andare con un taxi oppure con un servizio di
navetta. In entrambi i casi il costo e’ molto basso.
Ma le bellezze di questo posto continuano anche fuori dalle mura cittadine. Con un taxi collettivo (bianchi con la striscia rossa) fatevi portare a
Tule. Vi presentate davanti al terminale del bus ADO e
chiedete quale auto si dirige li’. Qui infatti sono impiantati gli alberi
piu’ vecchi del mondo!!!

Oaxaca (43)Poi, con un bus locale andate a Mitla

Oaxaca (44)

Oaxaca (46)e da li’ prendete un altro taxi collettivo (201 pesos a/r)

Oaxaca (48)per raggiungere una localita’ molto particolare: Hierva el agua, che in spagnolo significa “bolle l’acqua”.

Oaxaca (54)Occorre circa 1 ora e mezza per raggiungerla e l’auto deve salire in
cima ad una montagna e scendere dall’altro lato, permettendovi di godere di un
panorama mozzafiato.

Oaxaca (49)A destinazione vi trovate davanti ad una piattaforma da
cui esce acqua (fredda e non calda come invece suggerirebbe il nome del posto
!!) che piano piano scende fino a due enormi piscine (da cui il nome “ojos de
agua”, ovvero buchi di acqua) ed infine alla cascata.

Oaxaca (73)

Oaxaca (72)

Oaxaca (68)

Oaxaca (66)

Oaxaca (58)

All’ingresso potete fermarvi a mangiare per pochi spiccioli dell’ottimo cibo locale. Consiglio di provare il Tlayudas, piatto tipico di Oaxaca.

Oaxaca (53) Oaxaca (50)

E non potete non fare un salto all’unica fabbrica locale di Mezcal, dove i
proprietari saranno felicissimi di mostrarvi (gratuitamente) come producono il
loro prodotto e se volete lo degustate e comprate.

Oaxaca (83)

Oaxaca (76)

Oaxaca (78)

Devo ora volare (nel vero senso della parola) a Mexico DF e poi a Cancun, per
raggiungere un amico di vecchia data, Olivier, e passare con lui 1 settimana
nella Riviera Maya. Ed intanto mi godo lo splendido panorama della campagna che unisce Oaxaca alla capitale.
Finalmente i mitici cactus come nei film :-)))

Oaxaca (90)

Oaxaca (84)

Categorie: Messico | Tag: , , , , , | 1 commento

Navigazione articolo

Un pensiero su “Incontro con ex colleghi in Veracruz e la bellissima Oaxaca

  1. Pingback: Luca in giro per il Mondo! | Max Rocca "A curious traveler"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.