2 Tappa: Gerusalemme

5 Luglio 2012

Ed eccoci finalmente nella Terra Santa. Viaggio in bus da Tel Aviv (1h circa molto comodo direi anche). Passati i controlli di sicurezza alla stazione dei bus (in citta’ e per le strade ci sono moltissimi check point!) usciamo e prendiamo il tram (esiste una unica linea quindi non ci si puo’ sbagliare) direzione Gerusalemme centro.

Gerusalemme ha 4 quartieri, uno per ogni religione (cristan, mussulmana, ebrea, armena) ed ha moltissime porte di ingresso tra cui quella di Damasco, Jaffa e Lion.

Il nostro ostello (Jaffa Gate Hostel)

e’ in un posto fantastico presso il Jaffa Gate nel quartiere crisitano, davanti alla torre di David e con una terrazza vista Dom of the Rock stupenda dove abbiamo anche cenato portandoci un bel Kebab con noi 🙂

La stagione in cui ci troviamo (Luglio) e’ perfetta in quanto non c’e’ afflusso di turisti e le temperature sono perfettamente sopportabili!

Appena arrivati conosciamo uno spagnolo (Ignasio) di Palma di Maiorca

e con lui andiamo per le strade della citta’ direzione il Muro del pianto. Siamo infatti arrivati qui proprio per lo Shabbat, ed il Venerdi sera alle ore 19:30 inizia la cerimonia davanti al muro del pianto.

Lungo il percorso vediamo moltissimi ebrei che con passo veloce si dirigono verso il Western Wall (muro del pianto)..e noi li seguiamo!

Beh, e’ stata una esperienza incredibile vedere quanta gente raccoglie questo luogo!

Ci hanno permesso di entrare sebbene non fossimo ebrei (foto/video durante lo Shabbat dentro l’area del Western Wall non sono permesse). Ho potuto mischiarmi tra la persone, toccare il muro, farmi spazio tra la miriade di persone presenti, di tutte le eta’ e nazionalita’ (molti dagli USA!!).

Persone e gruppi di persone che pregavano e cantavano ad alta voce con strani movimenti ondulatori, come fossero in estasi.

Devo ammettere che e’ una cosa incredibile essere “dentro”
il luogo sacro per gli ebrei durante lo Shabbat.

Curiosita’:

Contrariamente a quanto si pensa, il Western Wall non e’ l’unico pezzo di muro rimasto in piedi dalla distruzione per mano dei romani del tempio sacro del Re David (del quale non esiste alcuna traccia residua invece).

Il Western Wall visibile e’ altresi’ una cinta di mura che serve a sostenere il Temptation Mountain dove si trova il Dom of the Rock, luogo sacro dei mussulmani. Bellissimo dunque questo intreccio ed incorcio fisico delle religioni qui a Geruslamme. Il Western Wall prosegue poi sottoterra, sotto appunto al Temptation Mountain, ed e’ da pochi anni visitabile con un tour (che noi ovviamente abbiamo fatto..)

Categorie: Israele | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.